Mostra su Lyda Borelli a Venezia: la diva del Novecento

01/09/2017

Apre oggi 1 settembre a Venezia la mostra “Lyda Borelli primadonna del Novecento”: storia dell’attrice che incarnò l’ideale di stile ed eleganza nel suo tempo.

Lyda Borelli nasce a Genova nel 1884, rampolla di una famiglia di attori. Il suo debutto sulla scena teatrale avvenne molto presto: nel 1905 è protagonista accanto a Eleonora Duse in un’opera del drammaturgo Victorien Sardou, ruolo che determina la consacrazione definitiva della giovane attrice.

Lyda Borelli non fu solo un enorme talento del teatro e del cinema. Fu una diva, nel significato puro e originale del termine. Una donna di grande bellezza e dalla figura armoniosa e aggraziata, ma non solo: il carisma che portò sulle scene ne fece l’incarnazione dell’ideale estetico decadente dei primi anni del Novecento, tra stile Liberty e Art Nouveau. Tra tutte le sue interpretazione, resta indimenticabile la sua Salomè, ruolo con cui sapeva esprimere pieno il suo fascino sensuale.

La mostra su Lyda Borelli a Palazzo Cini è curata da Maria Ida Biggi, direttrice dell’Istituto per il Teatro e il Melodramma, e da Marianna Zannoni di Fondazione Giorgio Cini. L’allestimento si compone di una galleria di fotografie e documenti d’archivio che da un lato raccontano la vicenda artistica e umana di Lyda Borelli, dal suo arrivo sulla scena teatrale fino al debutto nel cinema muto e al ritiro dalle scene nel 1918.

Per maggiori informazioni sulla mostra di Palazzo Cini rimandiamo a questa pagina.

» torna alle news